SHARE

In tempi di crisi economica un aiuto arriva da un’idea che ha origini nel passato. La soluzione alla tanto chiacchierata crisi potrebbe arrivare dal capoluogo toscano dove sta per aprire “L’è maiala”, l’osteria in cui sarà possibile pagare, per chi volesse, anche con il baratto.
Il locale, che avrà 40 posti ed un look da taverna tradizionale, promette di far riscoprire i piatti dei nonni, quelli che appartengono alla tradizione popolare, dalle porzioni abbondanti e dai prezzi contenuti. La titolare,insieme all’agenzia Altromondo, Donatella Faggioli, ci spiega meglio come funzionerà: “Chi intenderà barattare, anziché saldare il conto in moneta, dovrà farlo per telefono, al momento della prenotazione. A quel punto si aprirà una trattativa di scambio da cui verrà fuori, in caso di accordo, il menù offerto a fronte di un paniere di cose che accetteremo in pagamento.

La fase più divertente da vivere a tavola con noi – continua Donatella – sarà proprio quella di assistere a veri e propri momenti di “mercanteggio” pre e post-pasto, come avveniva un tempo nelle vecchie botteghe fiorentine”. Per quanto riguarda la merce accettata via libera ai prodotti alimentari come zucchine, pomodori, melanzane, ma vanno bene anche manufatti d’antiquariato, modernariato o creazioni dell’uomo a patto che “non diventi un incrocio tra un’osteria e un robivecchi”. Une bella idea che promette di restituire alle famiglie (di qualsiasi classe sociale) la possibilità di andare a cena fuori senza dover spendere l’intero patrimonio. (fonte www.net1news.org)

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY