La prova del suo tradimento su WhatsApp – Le immagini

Whatsapp: la chat più per antonomasia. Alcune conversazioni sono memorabili e spopolano nel web. Come sempre, quando si scrive, occorre fare molta attenzione, chi messaggia troppo, infatti, rischia d’incappare in alcuni errori e di scoprire gli altarini…Questo articolo, ben s’intenda, è solo un modo per scherzare e per perdere un pò di tempo. Come diceva sempre mia nonna: “Chi ti vuol tradire, lo può fare con chiunque ed in qualunque modo”. Ecco alcuni messaggi per voi…Buon divertimento e condividete!

80 81 84 87 89

Putin è immortale? Il web ne trova conferma e diventa leggenda…

Voci? Leggende? Su di lui se ne dicono tante, ma questa le batte tutte: Vladimir Vladimirovič Putin immortale o, al limite, in grado di viaggiare nel tempo. Eppure ci sono delle foto (già virali) che da qualche giorno circolano nel web, risalenti anche ad un secolo fa, in cui appaiono dei gemelli dell’ultimo zar di Russia. Somiglianza incredibile: stessa espressione, stessa bocca, occhi, naso…In una foto del 1920 appare un giovane soldato russo praticamente identico al leader russo, somiglianza che si palesa anche nel secondo scatto del 1941. I cospirazionisti affermano che Putin sia una creatura mitologica senza età in grado di eludere le leggi spazio temporali. In realtà si tratta di tre persone distinte: il primo soldato, dalla divisa che veste, sarebbe un sergente maggiore dell’artiglieria, ancora non identificato; il secondo è un eroe di guerra russo, tale Zinovii Kolobanov, che nel corso della seconda guerra mondiale riuscì a distruggere 43 carri tedeschi, i primi 22 nell’arco della prima ora di battaglia In questo scatto effettivamente assomiglia molto a Putin, ma se si osserva attentamente si notano le differenze.

Metti questa pianta nella tua casa. Il motivo è incredibile…Guarda!

Feng shui è il nome di un’antichissima disciplina orientale (nata oltre quattromila anni fa ) sempre più in voga anche in occidente. E’ un’arte che consiste nel costruire e nell’arredare. Se state pensando di ritinteggiare le pareti di casa, non scegliete un colore a caso, ma ricordare che secondo il feng shui ogni colore ha un significato ben preciso. Il verde ha poteri rilassanti e per questo è particolarmente adatto alla camera da letto, il giallo evoca il sole ed è ideale per la zona giorno mentre il blu, come le altre tonalità fredde, è sconsigliato perché troppo freddo. Meglio non abusare del rosso anche se simbolo di passione! La camera da letto deve essere separata dalle altre e preferibilmente lontano dall’ingresso dell’appartamento. Per un riposo davvero eccezionale, il letto non deve essere posto né con i piedi né con la testata di fronte alla porta e né tantomeno posto direttamente sotto ad una finestra. L’ideale è posizionare il letto, rigorosamente in legno e non in metallo, nell’angolo opposto all’entrata con la testata aderente al muro ed orientata verso est. La camera dei bambini, che stanno crescendo, dovrebbe essere orientata ad est, in armonia con il sole nascente, mentre quella delle persone anziane ad ovest.Grande importanza ha anche la disposizione dei mobili all’interno della camera da letto. Bisogna evitare che gli spigoli siano indirizzati verso il luogo del riposo e per questo è consigliato scegliere arredi con angoli arrotondati. Il soggiorno è il fulcro della casa e per il feng shui dovrebbe essere di forma rettangolare oppure quadrata. Protagonista indiscusso della zona giorno è il divano che va collocato nell’angolo opposto rispetto alla finestra ed alla porta posizionandolo radente al muro, al fine di proteggere le spalle di chi sia seduto. I lampadari e le lampade sono da collocare con molta attenzione in modo da garantire confort ma evitando al tempo stesso un’eccessiva irrogazione di luce artificiale. Meglio preferire le candele naturali. Uno dei principi guida del feng shui è la necessità di sentirsi al sicuro mentre si lavora o ci si riposa, pertanto è sconsigliabile trovarsi con la porta esattamente alla proprie spalle mentre si cucina. Il feng shui sconsiglia inoltre di collocare i fornelli sotto alla finestra mentre suggerisce di collocare il piano cottura ed il forno distanti dal lavello e dal frigorifero. Al centro della sala da pranzo non può di certo mancare un tavolo, meglio se rotondo e in legno, in grado di favorire l’energia per il lavoro e le relazioni sociali. In bagno non possono mancare i sanitari rigorosamente bianchi mentre per le pareti è meglio prediligere i colori pastello. Essenziale è poi un grande specchio dietro il lavello per aiutare la propria autostima.

Il mistero di Miss Universo 1965: “Ha 70 anni ma ne dimostra 20”

Una storia incredibile che sta facendo il giro del mondo. Apasra Hongsakula, 50 anni fa, vinse vari concorsi di bellezza fino a conquistare, nel 1965, il titolo di Miss Universo. Apasra, classe 1947, si godette il trionfo e usò i guadagni dei concorsi per aprire un centro estetico a Bangkok. La donna è tornata alla ribalta in questi giorni e ha lasciato tutti di sasso mostrandosi con un volto e un corpo identici a quelli che le permisero di di diventare la più bell del mondo cinque decadi fa! Tuttavia, oggi Apasra dovrebbe avrne 70…I giornali di gossip orientali seguono il caso e cercano una spiegazione razionale. L’ex Miss: “Nessun intervento di chirurgia plastica. Solo una costosissima e costante cura anti-età“. Una trovata pubblicitaria?

56

Gli 11 trucchi per non ingrassare durante le feste di Natale

Incubo Natale. Scherzi a parte, come è noto cene, pranzi, buffet e cibo continuo tormentano le giornate di festa e la nostra bilancia. E’ possibile mangiare e mantenere lo stesso peso in quei giorni di festa? Si se si seguono questi consigli nei giorni che precedono il Natale (ed eventualmente per la settimana dopo Natale). 1. NIENTE ZUCCHERO Eliminare sia lo zucchero da tutte le bevande calde (tè, caffè e così via) sia le bibite gassate. 2. MINESTRONE A VOLONTA’ Quando è possibile fare un pasto a base di solo minestrone, in quantità libera. Si può aggiungere un cucchiaino d’olio extravergine d’oliva per piatto di minestrone. Patate e legumi possono essere inseriti tra le altre verdure. In questo caso, far cuocere con qualche foglia di alloro. 3. ATTENZIONE AL PANE
Non mangiare più di un panino al giorno, del peso di massimo 60 grammi. In alternativa al panino, si possono mangiare cracker o grissini: non più di una porzione al giorno. 4. VERDURA PER GLI ATTACCHI DI FAME Fronteggiare gli attacchi di fame con frutta o, meglio ancora, verdura. Al riguardo, può essere utile tenere sempre a portata di mano un piccolo contenitore per alimenti con dentro frutta e verdura già pulite e tagliate a pezzetti. Le banane sono da evitare. 5. INSALATA CON POCO OLIO Condire l’insalata con un’emulsione preparata con un cucchiaio d’olio, aceto o succo di limone e acqua. L’acqua serve a diluire l’olio a tutto vantaggio del risparmio d calorie.
Durante pranzi, cene, merende in compagnia 6. ATTENZIONE A QUELLO CHE MANGIUCCHIATE Non mangiucchiare pane e grissini per ingannare la noia o l’attesa. Prepararsi accanto al piatto un panino (massimo due) e limitarsi a mangiare quello con le pietanze. 7. MASTICATE A LUNGO Masticare a lungo ogni boccone. Aiuta a non eccedere con le quantità di cibo e favorisce una migliore digestione. 8. FRUTTO PRIMA DEL PASTO
Prima del pasto mangiare un frutto. Serve a non sedersi troppo affamati e, quindi, aiuta a introdurre quantità di cibo ragionevoli. 9. MANGIATE TUTTO MA POCO Fare propria la “regola della mezza porzione”. Consiste nel mangiare tutto, ma in quantità dimezzata.
10. SOLO UN BICCHIERE DI VINO Non bere più di un bicchiere di vino. E’ consigliabile centellinarlo per tutta a durata del pranzo (o della cena), per poi finire gli ultimi sorsi solo poco prima di alzarsi da tavola. Così si evita la tentazione di riempirsi il bicchiere due o più volte. Bere invece tanta acqua. 11. PASSEGGIATE DOPO PRANZO Dopo pranzo fare una passeggiata di almeno 40 minuti, a passo sostenuto. Serve a smaltire calorie, assicurandosi oltre tutto una sensazione di benessere generale.

Nel pasto successivo a un pranzo o a una cena impegnativi sotto il profilo delle calorie assumere solo minestrone e uno yogurt magro.

A 80 anni dorme in macchina perchè non vuole separarsi dal suo cane

Una storia incredibile, intensa ed emozionante. «Solitamente gli annunci che pubblichiamo sono di amici a quattro zampe alla ricerca di una casa, una famiglia. Oggi però a cercare una casa, oltre a un cane è anche il suo proprietario, un uomo anziano, rimasto senza un tetto, costringendoli alla separazione, l’animale in un box e l’uomo in un altra struttura». Questo quanto pubblicato su Facebook dall’organizzazione no profit La Cuccia di Monfalcone. «Cerchiamo una casa, un appartamento che abbia un affitto basso nella zona del Monfalconese a Grado, per far si che queste due anime possano continuare a stare insieme – si legge nel post – per info e altro contattare il 338 351 5362 (se non risponde lasciare un sms e verrete ricontattati), oppure il 348 638 2042». Una storia davvero commovente che ha per protagonista un uomo di 80 anni rimasto senza casa. Un uomo costretto a dormire nella propria automobile pur di rimanere con il suo pastore belga. All’anziano era stato offerto un letto in un ricovero pubblico (in cui è vietato l’ingresso agli animali), mentre a causa della malattia del padrone, il cane era stato sistemato in box. La situazione è stata presa in mano dai volontari della Cuccia, con la speranza di far trascorrere il Natale serenamente (ed insieme) all’uomo e al suo amico a quattro zampe.

Addio ceretta, arriva una nuova tecnica indolore!

“Ceretta araba” o “ceretta al caramello”, è un ottimo rimedio naturale per depilarsi evitando le classiche irritazioni della pelle. La ceretta araba elimina i peli non lascia quelle fastidiose bollicine, ed è migliore, ovviamente, perché i peli cresceranno più lentamente. Gli ingredienti? il miele, lo zucchero e il limone. Grazie all’uso di ingredienti naturali la pelle non si irrita e lo strappo risulta più delicato. Per preparare la ceretta araba dovete far bollire due manciate di zucchero in un mezzo bicchiere d’acqua per qualche minuto. Così facendo si ottiene un caramello dorato al quale andiamo ad aggiungere delle gocce di limone e due cucchiai di miele. Mescolate bene e immergete il preparato in acqua fredda e, una volta tiepido, lavorate con le mani umide fino a ottenere una palla lucida. Dopo aver preparato la ceretta araba, spiega Greenme, “dovete far scorrere la pallina sulle gambe stendendo così la cera e strappate contropelo con decisione! A fine operazione, è sufficiente risciacquarsi.

Assunzioni forze dell’ordine: 3000 posti in Carabinieri, Polizia, Gdf, Vigili del fuoco

Con un decreto firmato dai ministri dell’economia e della pubblica amministrazione il governo ha disposto l’assunzione per concorso pubblico di 1.137 unità nell’Arma dei carabinieri, 861 unità nella Polizia di Stato, 552 nella Guardia di Finanza e 145 nei Vigili del fuoco con il via libera a nuovi bandi di concorso per altri 262 posti così divisi: 250 vigili più 12 unità per il loro gruppo sportivo denominato Fiamme Rosse. Il decreto sblocca le assunzioni ordinarie per il 2015, 2.695 in tutto, più quelle straordinarie, come in occasione del Giubileo, citando la riforma della pubblica amministrazione del ministro Marianna Madia che prevede la riorganizzazione del Corpo forestale dello Stato e l’eventuale assorbimento in altra Forza di polizia. Nel decreto vsi precisa che nelle more dell’adozione dei decreti legislativi è stato ritenuto opportuno non dare l’ok alla richiesta di autorizzazione di concorsi per assumere 80 allievi agenti nel Corpo forestale dello Stato. In totale con le nuove assunzioni nelle forze dell’ordine sono previsti circa 123 milioni di euro di oneri annui a carico dello Stato.

Ecco il trucco incredibile per spannare i vetri in 3 secondi!

Arriva l’inverno e tutti gli automobilisti si trovano a fronteggiare un nemico fastidiosissimo: il vetro appannato! A poco serve lo spanna vetri per arginare questo fenomeno: cosa fare allora? Esiste un metodo piuttosto semplice che consiste nella realizzazione di un fagotto assorbi-umidità utilizzando un semplice paio di calzettoni e una confezione di cristalli di silice. Prendete i cristalli di silice e riempite il calzettone completamente, fino al bordo superiore e poi chiudetelo con un nodo. Prendete il calzino che avete riempito di cristalli di silicio e infilatelo nell’altro, che servirà da sacco. Avrete ottenuto il fagotto-anti umidità. Decidete vil punto della macchina in cui poggiarlo e in che posizione collocarlo, tenendo conto del fatto che è consigliabile collocarlo nelle vicinanze del parabrezza o dei finestrini.

https://www.youtube.com/watch?v=wAI9-vQ7wxk

Fungo dei piedi mortale: “Resiste ai farmaci ed infetta l’uomo respirando un tipo di cibo”. Ecco quale

La comunità scientifica lancia l’allarme relativamente ad un fungo dell’unghia del piede rivelatosi mortale. Si tratta dele’ Aspergillus fumigatus: muffa comune, di colore verdastra, trovata nel cibo scaduto. Questo fungo può penetrare nei nostri polmoni tramite una semplice respirazione e può essere letale soprattutto per gli individui con sistema immunitario compromesso o affetti da problemi respiratori cronici come l’asma. Per i medici, sono interessati tra il 5 e il 7% dei pazienti. Secondo il quotidiano fiammingo De Standaard, è un fungo dotato di resistenza intrinseca verso tutti i farmaci antifungini a causa di una mutazione. «La sua struttura, molto somigliante alle cellule umane, complica l’azione dei farmaci senza causare danni ad altre cellule del corpo. Avrebbe causato la morte di centinaia di pazienti nel nostro Paese», ha spiegato la dottoressa Katrien Lagrou, capo del Laboratorio di Diagnostica Molecolare presso l’Ospedale Universitario di Leuven, in Belgio. «Sul fronte italiano, non bisogna fare allarmismo, ma non si deve sottovalutare la questione. Infatti, come evidenziato da una nuova ricerca pubblicata sulla rivista Nature , le braccia, le mani, i piedi e altre parti del corpo sono colonizzate da circa 200 diversi tipi di funghi, che è molto di più di quanto si credesse», sostiene Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”.